libretto_vida32col

V torak 5. junja je bila v polifunkcionalni sali v Špietru zaključna akademija glasbene šuole do Glasbene Matice.

Program je bil posebno bogat in zanimiu. V parvim delu koncerta so se predstavili narbuojši učenci in komorne skupine Glasbene matice Špietar.

V drugem delu pa je bla na varsti glasbeno-gledališka predstava Krajica Vida. Tekst je na podlagi poznane pravce napisu Aldo Clodig,  izvirno glasbo in orkestracijo pa Davide Clodig.

 

Nastopili so:

mladi gledališkega tečaja, otroški zbor Mali lujerji, mladinski zbor in mali orkester Glasbene matice Špietar, pievci Martina Canalaz in Michele Perrone, sopran Elisa Iovele v vlogi krajice Vide in bas-bariton Goran Ruzzier v vlogi Atile.
Predstavo bodo ponovili 1. luja v Tapoluovim v sklopu lietošnje Postaje Topolove.

Za to priložnost Inštitut za slovenko kulturo je objavil lepe bukuaca, kjer so zbrani teksti, ki pišejo o Krajici Vidi. Je tisti od Alda Klodiča an še pravca, ki jo je napisala Ada Tomasetig an tud pravca, ki jo je napisal Ivan Trinko in objavljena lieta 1898, balada slovenskega pesnika Anrtona Aškerca objavljena lieta 1890 in tekst Dina Menichinija prepisan iz bukui Paese di frontiera obiavljen lieta 1970. Bukauca imajo še lepe risbe, ki so jih nardili Hijacint Jussa, Sandra Manzini, Moreno Tomasetig, Luisa Tomasetig in Lucia Trusgnach, Škejcova.

Martedì 5 giugno nel centro polifunzionale di S. Pietro al Natisone si è svolto il tradizionale saggio di fine anno della Scuola di musica Glasbena Matica.
Nella prima parte si sono esibiti i migliori allievi della scuola che si distinguono per capacità e bravuta.
Nella seconda parte è stato presentato lo spettacolo teatrale-musicale Krajica Vida (La regina Vida) su un testo di Aldo Clodig e musiche originali di Davide Clodig.

Hanno dato vita allo spettacolo:

i ragazzi iscritti al corso teatrale, il coro di voci bianche Mali Lujerji, il coro giovanile della Glasbena matica di S. Pietro al Natisone, Martina Canalaz e Michele Perrone (allievi del corso di canto con l’insegnante Elisa Iovele), il soprano Elisa Iovele nel ruolo della regina Vida ed il basso-baritono Goran Ruzzier nel ruolo di Attila.
Il “musical”  verrà riproposto il prossimo 1 luglio a Topolò nell’ambito di Postaja Topolove.

In tale occasione l’Istituto per la cultura slovena ha pubblicato un libretto dove, oltre al testo in versi, scritto per l’occasione da Aldo Clodig, troviamo la leggenda scritta da Ada Tomasetig, quella scritta da Ivan Trinko e pubblicata nel 1898 in Beneška Slovenija, la ballata scritta dal poeta sloveno Anton Aškerc (Balade in romance, Ljubljana 1890) e il testo di Dino Menichini, (Stupizza, 1921Udine, 1978) tratto da Paese di frontiera, pubblicato nel 1970. Nel libretto ci sono anche illusstrayioni di Giacinto Jussa, Sandra Manzini, Moreno Tomasetig, Luisa Tomasetig e Lucia Trusgnach Škejcova.

 

[nggallery id=53]
Menu